Ammortizzatori e sospensioni sono la stessa cosa?

Se non hai una grande esperienza in fatto di macchine, probabilmente sarà capitato anche a te di chiederti almeno una la differenza tra sospensioni e ammortizzatori.

Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Le sospensioni separano le masse sospese (cioè la carrozzeria, gli interni, il motore ecc…) dalle masse non sospese (cioè le gomme, i cerchioni e i freni) del veicolo.

Le sospensioni delle macchine sono costituite da componenti elastiche che collegano il telaio (cioè la struttura principale) della macchina alle ruote: il loro scopo è quello di assorbire i colpi e le sollecitazioni provenienti dal terreno (per esempio quando si incontra una buca o un dosso), favorendo la stabilità del veicolo e quindi offrendo il massimo comfort possibile a chi si trova alla guida e ai passeggeri.

Gli ammortizzatori auto, invece, sono componenti associati alle sospensioni: il loro compito è quello di rallentare e di attenuare proprio il movimento delle sospensioni, le quali – essendo strumenti elastici – dopo una sollecitazione tendono a tornare allo stato iniziale non in modo fluido, ma con una certa violenza.

In assenza sistema molle-ammortizzatori, le sospensioni darebbero vita a reazioni tali da rendere nulla la loro azione, e di conseguenza il comfort di guida sarebbe comunque compromesso.

galleryabout-800x800

Sospensioni auto: quando cambiarle?

Non è facile rispondere a questa domanda. In generale possiamo dire che le sospensioni dovrebbero essere sostituite intorno ai 100.000 km. Ma questi valori possono cambiare molto a seconda delle abitudini di guida.

Per quanto riguarda sospensioni e ammortizzatori, infatti, un’auto che è solita percorrere autostrade o comunque fondi lisci non avrà la stessa scadenza a livello di manutenzione di una che svolge il suo lavoro su strade di campagna sconnesse e piene di buche.