Auto di cortesia: per i clienti Rifer Gomme è gratuita!

c1 noleggio

Devi cambiare le gomme alla tua auto ma non hai in casa una macchina sostitutiva da usare?

La Rifer Gomme ha pensato anche a questo! Mettiamo a disposizione di tutti i nostri clienti un’auto di cortesia completamente gratuita da poter usare durante i lavori in officina. E lo facciamo azzerando la burocrazia: nessun tempo da perdere nella compilazione delle pratiche; ti basterà lasciare i tuoi dati e un recapito telefonico presso il nostro front office.

Nel caso di tempi di riparazione insolitamente lunghi si può richiedere un’auto a noleggio per il tempo necessario al completamento del lavoro.

Il tutto senza particolari procedure burocratiche e ad un costo molto contenuto. Sia per privati che per aziende.

Come funziona l’auto di cortesia?

Quando si parla di auto sostitutiva esistono 3 casi diversi da valutare:

1) Si porta la propria vettura in riparazione presso un’officina autorizzata.

In questo caso, se la vettura è ancora in garanzia, è bene andare a leggere le clausole contrattuali relative alla voce “auto sostitutiva”.

Se questa clausola non appare, allora sarà necessario chiedere al responsabile dell’officina, se si ha diritto all’auto di cortesia e con quali criteri.

2) L’auto ha subito un incidente stradale o è necessario far riparare un guasto meccanico.

In questa fase è bene chiedere se è possibile ottenere l’auto sostitutiva, e se si deve pagare qualcosa.

3) nell’assicurazione RCA Auto, all’atto della stipula, si è inserito il “servizio di auto sostitutiva”. In questo caso, l’auto verrà concessa in uso gratuito, dal momento che il titolare della polizza paga una somma all’assicurazione che coprirà quindi le spese al momento opportuno.

Auto di cortesia: normativa fiscale

Cosa stabilisce la normativa relativa alle auto di cortesia?

1) Secondo quanto stabilito dalla legge, a livello fiscale la vettura di cortesia è equiparata alle auto che sono a disposizione nelle concessionarie per i test drive.

La questione più complessa riguarda l’IVA che andrebbe versata solamente in base all’effettivo utilizzo. La normativa fa quindi riferimento alla destinazione d’uso del bene: l’auto è costruita per circolare su strada, se non lo fa non soddisfa la destinazione d’uso e di conseguenza l’IVA va valutata in base alle diverse situazioni.

2) Le officine, come anche le concessionarie, non sono tenute ad avere obbligatoriamente a disposizione della clientela macchine di cortesia. È un servizio di cortesia, appunto, che ciascuna officina gestisce in base alla sua organizzazione.

autocortesia

Auto di cortesia: si paga?

Se la tua vettura è in riparazione ed hai la necessità di avere un’auto di cortesia per continuare a svolgere le attività della tua giornata, in questo caso la macchina sostitutiva è concessa in uso gratuito. Di solito, infatti, è di proprietà diretta dell’officina e quindi viene concessa per uso privato.

In questo caso l’unica accortezza è accertarsi che l’officina alla quale ci si rivolge abbia un’auto di cortesia a disposizione nel periodo in cui devi effettuare le tue riparazioni.

Se, invece, la vettura di cortesia concessa dall’autofficina non è di proprietà ma a noleggio. Potrebbe, in questo caso, essere richiesto il pagamento del noleggio, calcolato per i giorni in cui l’auto sostitutiva verrà concessa in uso e si stipulerà un vero e proprio contratto di noleggio auto.

Stai programmando dei lavori alla tua auto e hai bisogno di un’auto di cortesia? Contattaci per avere tutte le informazioni utili!