Notizie

DOT Pneumatico, durata, garanzie

Da qualche tempo gli acquisti degli pneumatici sono condizionati dal D.O.T a seconda che sia più o meno recente. Il documento che pubblchiamo ,rilasciato da Assogomma, dimostra come questo sia un falso problema. 

 

 

DATA DI FABBRICAZIONE
 
Come noto, all'interno della marcatura DOT (che serve solo ad attestare la rispondenza del pneumatico agli standard americani — Department Of Transportation) è riportata anche la data di fabbricazione del pneumatico. Tale data è rilevabile dall'ultimo gruppo di cifre della marcatura stessa (esempio: 1512 significa pneumatico prodotto durante la 15A settimana del 2012).
L'indicazione sul pneumatico della sua data di fabbricazione è comunque prevista anche dai Regolamenti ECE/ONU in vigore.
Lo scopo di riportare tale data sul fianco del pneumatico è sempre quello di assicurare ai produttori di pneumatici la cosiddetta tracciabilità del prodotto.
  
DURATA IN SERVIZIO
  
Per quanto riguarda la "durata del pneumatico" (sia in senso generico, ma anche specificatamente alle condizioni di servizio) è opportuno precisare che, a livello normativo non esistono al momento prescrizioni o limitazioni di impiego direttamente riferite e o collegabili alla sua data di fabbricazione, vista l'estrema variabilità di tutti i fattori in gioco associabili al concetto di durata.
Tutti i produttori europei di pneumatici (vedasi Raccomandazioni ETRT0-2005), prevedono e suggeriscono: 

Una serie di normali raccomandazioni per quanto concerne l'immagazzinamento. Tali raccomandazioni,normalmente ottemperate dai rivenditori professionisti, hanno lo scopo di limitare i naturali fattori d'invecchiamento (umidità, temperatura, luce, fonti d'ozono, ecc.). 

II controllo periodico durante l'impiego. Tale controllo, a cura dell'utente finale, ha lo scopo di verificare l'eventuale insorgere di segnali visivi (screpolature, deformazioni, ecc.) o dinamici (rumore, vibrazioni, ecc.).In tale eventualità si raccomanda un'accurata verifica presso un rivenditore specializzato del settore (gommista) per assicurarsi che il pneumatico sia ancora idoneo a proseguire nel suo impiego.

Per quanto riguarda ia garanzia, bisogna distinguere tra garanzia legale e garanzia commerciale :
 
Garanzia legale (Decreto Legislativo 2 febbraio 2002 n.24)
Compete al "venditore finale" nei confronti del "consumatore finale" (inteso come utilizzatore privato — non professionale). Copre tutti i beni di consumo, pneumatici compresi. Riguarda i soli vizi d'origine o difetti di conformità al contratto, e decorre comunque dalla data di vendita, comprovata dalla consueta prova di acquisto (es.: scontrino fiscale).
Tale garanzia legale, come previsto dalla Direttiva Europea 1999/44/CE è di 2 (due) anni a partire dalla data di vendita del pneumatico. Essa è quindi svincolata dalla data di produzione del pneumatico. 
 
Garanzia Commerciale
E' quella che si basa su eventuali/diverse formulazioni che il venditore può offrire, con adeguata documentazione, al consumatore.
Tale garanzia commerciale rientra nel campo delle garanzie aggiuntive, ma non è da confondere con la garanzia legale; qualora venga fornita è sempre complementare alla garanzia legale e non può sostituirla.
 
indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.058 secondi
Powered by Simplit CMS